Questo è un articolo scritto da sedicenni per i sedicenni in questa rubrica, che fa parte della Reloveution, il nuovo format digitale dei ragazzi del liceo Cassini, in questa rubrica parleremo di un argomento che, negli ultimi tempi, ha suddiviso la massa in due : “ siete d’accordo o no a dare la possibilità di votare ai sedicenni ?“; ( argomento trattato satiricamente nel video ) anche noi ci siamo posti questo dubbio e abbiamo dato una nostra interpretazione al dilemma. In alcuni paesi il diritto di voto è stato dato alle donne solo di recente come per esempio l’Arabia Saudita. Invece le donne in italia se pur in ritardo hanno avuto la possibilità di votare solo nel 1946.

Quindi ritornando all’ argomento voto: abbiamo una fazione che appoggia la volontà di dare il diritto di voto ai sedicenni; perché si vuol responsabilizzare già da un età inferiore rispetto alla “ maggior età “ così da far capire ai ragazzi l’ importanza del VOTO, un arma che hai il popolo per palesare le sue preferenze a livello politico, difatti molte persone arrivate diciott’anni non sanno neanche chi votare o che cosa significhi il voto; ciò comporterebbe il fatto di fare arrivare a diciott’anni persone più formate con già delle esperienze a livello politico e sul vero valore del voto.

A questa fazione però se ne contrappone un’altra che afferma il contrario cioè :” come possiamo pretendere che le persone di sedici anni, quindi meno mature di una persona di diciotto, possano poter decidere il futuro del nostro paese meglio di quanto possa farlo un adulto ?” In queste occasioni il vero problema è sapere e capire che cosa ne pensino i ragazzi ? Quindi chi meglio di noi “ sanremesi imbruttiti ” può esprimere ciò ; abbiamo deciso di metterci in gioco e di andare a chiedere ai nostri coetanei e non, che cosa ne pensino realmente di questa faccenda.

Abbiamo trovato un pubblico fortemente in dubbio del fatto che ciò possa giovare al nostro paese. Quindi, nel video che abbiamo registrato, possiamo vedere un ragazzo intento a leggere un giornale e su questo giornale legge una notizia riguardante il voto a 16 anni, quindi la legge è passata ( in maniera ipotetica ) e lui domani dovrà andare a votare. Allora in questo frangente arriva un’amica di famiglia e gli dice: “Andrea sei pronto ?domani si vota” . Quindi il ragazzo ricorda quello ha letto e capisce che non è in grado chedi andare a votare, quindi risponde con quella faccia preoccupata “non lo so”. Perché purtroppo è questa la situazione, molti ragazzi, tra i quali alcuni appoggiano il SI e altri appoggiano il NO; Putroppo vi è una maggior parte indecisa che non sa cosa fare e quindi magari un domani, non saprà se votare o se rinunceranno direttamente al voto, ciò non deve accadere … perché ricordate votare è un nostro diritto ma anche un nostro dovere .