La moda è aspetto e comportamento di una comunità sociale secondo il gusto del momento.

La moda è un codice, ed è profondamente legata al contesto sociale e storico in cui è collocata. Attraverso la moda ci si può esprimere pienamente, mettendo in mostra il proprio stile e le proprie passioni. Si può capire tanto di una persona semplicemente dai capi d’abbigliamento indossa. Nel corso dei secoli la moda è cambiata tantissimo, fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui è diventata un vero e proprio mezzo di comunicazione. Tantissime persone si occupano di moda; c’è chi possiede aziende, chi fabbrica vestiti per piccoli negozi, chi li disegna, e poi chi li indossa. Negli ultimi anni infatti il ruolo del modello/ della modella è diventato importantissimo, anche nelle lotte agli stereotipi del corpo femminile, consentendo una trasformazione del settore della moda.

L’ esigenza di seguire la moda nasce sicuramente dalla necessità di essere accettati e sentirsi parte di un gruppo. Annullando però completamente la diversità, e favorendo lo sviluppo della moda consumistica. Un consunatore medio acquista infatti il 60% in più dei capi rispetto a quindici anni fa.

Non adeguarsi ad uno stile di vita comune può diventare causa di emarginazione, ma permette anche di esprimere interamente se stessi, senza paura del giudizio altrui. In una società dove il diverso è visto come negativo, è fondamentale invece creare un proprio stile. Le icone della moda sono donne e uomini che hanno deciso di non lasciarsi limitare dal pensiero altrui e che grazie alla loro personalità sono diventati modelli di riferimento e fonte di ispirazione.

E tu saresti pronto a rinunciare a te stesso  per uniformarti agli interessi della massa? Avresti invece la forza di rinunciare all’ integrazione per far spiccare la tua personalità e individualità?