Finalmente un po’ di tempo libero!

0 0
Read Time:2 Minute, 12 Second

Quello che sta succedendo è terribile. Migliaia e migliaia di persone stanno morendo. Eppure c’è ancora gente che non comprende la gravità di questa situazione. Ma davvero, pensateci, è così difficile rimanere a casa? Noi abbiamo il compito più facile, ci viene chiesto semplicemente di rimanere per qualche mese sdraiati sul divano. Pensate ai medici, che rischiano la vita ogni giorno, per salvare noi. Ribadisco, ci viene chiesta una cosa tanto difficile? Non mi sembra. Basta prenderla con lo “spirito giusto”. Io la vedo così: una pausa dalla fretta, dall’ansia, dalle mille cose che dovevo fare ogni giorno.

Mi è capitato tante volte, prima di tutto questo, di pensare a quanto sarebbe stato bello fermarsi per un po’, poter semplicemente rimanere a casa, eliminare tutte le attività che facevo anche al pomeriggio. Una pausa. Ho persino pensato di smettere di suonare il pianoforte, perché stava diventando troppo pesante, non avevo più tempo per suonare con tutte le cose che avevo da fare e quando lo facevo era più un obbligo che un piacere. Da quando è cominciata la quarantena, mi sento più felice, paradossalmente più libera. Adesso sì che ho il tempo per dedicarmi alle mie passioni. Ogni giorno preparo il pranzo per me e la mia famiglia, e il pomeriggio molto spesso cucino torte, muffin, biscotti… Il resto del tempo, quando non sto studiando, lo impiego a leggere. Ho sempre amato leggere, ma trovare il tempo per farlo non era sempre facile. Forse anche perché, dopo pomeriggi di studio, avevo bisogno di fare qualcosa che mi impegnasse meno la testa, come guardare la televisione. Ma ora è diverso: solo negli ultimi sette giorni ho letto quattro libri. E un’altra cosa che mi ha resa molto più felice, è stato l’arrivo del caldo. Scelgo un libro, mi sdraio su un lettino in giardino e prendo il sole per ore. È il mio piccolo spazio di paradiso.

Ovviamente mi mancano tanto gli amici, i miei nonni e tutti i miei parenti, ma ci sentiamo in videochiamata e ci scriviamo. Non siamo nell’Ottocento, quando ci volevano giorni per consegnare una lettera. Possiamo fare questo sacrificio per uscire dall’emergenza.

Comunque sia, il giorno in cui tutto questo finirà sarà bellissimo. Non daremo più niente per scontato, ogni piccola cosa sarà importante. Andare a prendere il caffè al bar la mattina ci sembrerà un privilegio, per come la vedo io. Quindi, approfittate, anzi approfittiamo, di questi giorni ricavandone qualcosa di positivo, e pensate a quanto saremo felici quando sarà finita. Io preferisco trovare il lato buono delle cose, anche se spesso sembra che non ci sia.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.