LA VIOLENZA SULLE DONNE DURANTE IL COVID-19

0 0
Read Time:2 Minute, 0 Second

Da quando è iniziata l’emergenza per il Covid-19, i telegiornali hanno smesso di parlare di molti argomenti e tra questi c’è anche la violenza sulle donne che sicuramente risulta importante in questo periodo in cui sono costrette alla coabitazione con i loro violenti detentori. 

Sembra che la sola e vera emergenza sia quella sanitaria ma la violenza domestica è un’emergenza nell’emergenza perché queste donne hanno sicuramente bisogno di aiuto e non potendo uscire non possono denunciare ma, anche condividendo la stessa stanza con il “possessore”, non possono nemmeno chiamare per chiedere aiuto. Alcune attiviste per i diritti delle donne hanno mostrato il problema al premier Conte per evitare di ripetere quanto è accaduto in Cina, dove sono dilagate le violenze e i femminicidi durante la quarantena.                   

Secondo quanto riportano diversi giornali come La Repubblica e Il Fatto Quotidiano, in Italia, dall’inizio del periodo di chiusura, le chiamate al numero d’emergenza 1522 sono dimezzate rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e si sono dimezzate anche le denunce alle forze dell’ordine. Il ministro dell’Interno Lamorgese ha assicurato che le istituzioni sono al fianco di queste donne e che, se non si ha la possibilità di chiamare, si può utilizzare l’app YouPol, adibita in precedenza solo alla denuncia da parte dei giovani di bullismo e droga, anche per denunciare violenze domestiche. Inoltre dall’inizio della quarantena sono aumentate le domande per gli affidi condivisi e molti minori sono stati accompagnati a casa dei nonni o dei parenti, nonostante l’obbligo di rimanere ognuno nella propria abitazione, per proteggerli dalle violenze che si consumano in casa.  

Nonostante siano notevolmente diminuite le denunce non vuol dire che il problema non si presenti più, semplicemente queste donne sono impossibilitate a denunciare e chissà quante ogni giorno subiscono violenze o muoiono senza che nessuno venga saperlo. I giornali non parlano di nuove violenze perché rimangono nascoste all’interno degli appartamenti dove nessuno può entrare in questo momento, dove i vicini non bussano per chiedere se hanno bisogno perché la paura del contagio è più forte. Queste donne avranno la possibilità a denunciare o sono costantemente controllate dal partner? Alla fine dell’emergenza per il virus, le denunce aumenteranno? Quante donne saranno morte per una violenza subita ma si dirà che erano malate di Covid-19?   

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.